giovedì 27 ottobre 2011

bell'allenamento?

Dopo aver letto quanto e come ha corso ieri Giuseppe http://mellitorunner.blogspot.com/2011/10/solo-tre.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+LaCorsa+%28La+Corsa...%29 faccio un po' fatica a giudicare il mio allenamento come "bello"... ma tant'è ognuno ha suoi i mezzi a disposizione e li usa come può. Innanzitutto massimo rispetto e ammirazione, e complimenti di cuore a Giuseppe e indirettamente a tutti gli amici blogger che hanno prestazioni molto, ma molto superiori alle mie (ma tra mille difficoltà e sacrifici, sto crescendo anch'io). Veniamo al dunque: stamattina 2 km a ritmo medio + 1000x4 progressivi + 2 km ritmo medio. Pre-riscaldamento con squat e balzi, stretching, riscaldamento corsa 300m, defaticamento 700m, stretching. Soprattutto sensazioni piacevoli, nonostante i doloretti mi sono sentito tonico. Sempre divertente attraversare il centro di Milano in piena notte, con passaggio al Sempione.

2 commenti:

Giuseppe ha detto...

Federico, la cosa più importante per ogni podista appassionato è che quando si corre, più veloci o più lenti, comunque sia, si senta il piacere della dolce fatica di quest'attività che ci diverte e allo stesso tempo ci fa stare bene.

federico vecchiarelli ha detto...

@ Giuseppe
come sempre mi ritrovo al 100% nelle tue parole. la dolce fatica è l'espressione perfetta